Style Sampler

Layout Style

Patterns for Boxed Mode

Backgrounds for Boxed Mode

All fields are required.

Close Appointment form

Prevenzione senologica

prevenzione-tumore-seno-roma1

 

Cos’è la visita senologica?

È l’esame clinico completo del seno effettuata da uno specialista chiamato Senologo.
Si tratta di un’indagine fondamentale che precede e affianca tutti gli altri accertamenti, perché fornisce una guida alla loro corretta esecuzione.
Importantissima per una giusta interpretazione dei referti, la visita senologica diviene il momento in cui la donna ha possibilità di chiarire ogni suo dubbio.

La visita senologica si compone di varie fasi.
-Importantissima la fase dell’anamnesi, cioè quando il medico raccoglie tutte le informazioni che possono essere utili per formulare la diagnosi finale: casi di tumore del seno in famiglia, gravidanze, ciclo mestruale, menopausa, alimentazione, eventuali terapie ormonali, uso di contraccettivi, ecc.
-Successivamente all’anamnesi il Senologo procede con l’esame clinico che va dall’osservazione alla palpazione. Due pratiche che la donna deve mensilmente compiere (autopalpazione) e che il senologo esegue periodicamente per cogliere eventuali alterazioni, che non possono essere individuate con l’autoesame.
-Effettuato l’esame clinico, il Senologo sarà in grado d’invitare ad effettuare gli esami strumentali che riterrà opportuni. Esami che potrebbero comprendere: la mammografia, l’ecografia o altri che il medico prenderà in esame con la paziente.
-Al termine di questo percorso il Senologo stabilirà la frequenza dei successivi controlli e se necessario prescriverà ulteriori approfondimenti diagnostici.

 

Che cos’è l’ecografia mammaria?
È un’indagine che utilizza gli ultrasuoni. Non è invasiva e si effettua con un ecografo (strumento diagnostico) che attraverso l’uso di onde sonore ad alta frequenze, innocue per il corpo umano e i tessuti, permette di studiare la ghiandola mammaria per la ricerca di eventuali alterazioni patologiche.

L’ecografia mammaria viene eseguita prevalentemente a seguito di altri esami, come la palpazione e la mammografia, al fine di eliminare qualsiasi dubbio diagnostico creatosi.

L’ecografia mammaria è un esame importantissimo per la diagnosi di patologie della mammella e nella ricerca di neoplasie. È un esame particolarmente indicato per le donne al di sotto del quarantesimo anno di età.
L’esame non invasivo ha la durata di 15/20 minuti.

Cos’è la mammografia?

La mammografia è una tecnica diagnostica radiologica per il rilevamento precoce di eventuali lesioni mammarie e anomalie anche di piccole dimensioni.
La sua efficacia diagnostica è superiore certamente alla palpazione che permette l’individuazione di lesioni di dimensioni superiori al centimetro.
È un esame preventivo, importantissimo per la salute della donna e per la diagnosi precoce del tumore del seno ed è un esame che non ha particolari controindicazioni.

Nelle donne sotto i 40- 45 anni di età la ghiandola mammaria, a causa della sua maggiore densità, può rendere la mammografia meno efficacie rispetto all’ecografia nell’individuazione di noduli sospetti.
Nessuna particolare preparazione è richiesta prima dell’esame mammografico, alcune recenti indagini suggeriscono che potrebbe essere più efficace, l’indagine svolta nelle prime fasi del ciclo mestruale.
I tempi di esecuzione della mammografia è di circa 5/10 minuti.